25. febbraio 2018
Nel 1914 iniziò la Prima Guerra mondiale e con essa emersero prepotentemente importanti cambiamenti nella relazione esistente tra il ruolo dell'uomo e della donna; cambiamenti che trovano radici nella cultura e filosofia dell’illuminismo. C’erano del resto opinioni assai contrastanti tra le donne su quale fosse il loro effettivo “posto". Da un lato vi era una aspirazione verso una uguaglianza completa con un possibile “scambio” di ruoli. Dall’altra, vi erano donne che cominciavano...
29. gennaio 2017
Nel 2015, secondo il dossier della Caritas, oltre 850mila persone sono passate, risalendo dalla Grecia, per la Macedonia, la Serbia, la Croazia, la Slovenia e l’Ungheria. Per l’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati (Unhcr), in Serbia ci sono oltre 7000 migranti, rifugiati e richiedenti asilo (dato dicembre 2016). L’81% di questi si trova in un centro d’accoglienza governativo, mentre i restanti sono fuori accoglienza in campi senza riscaldamento, servizi igienici o assistenza. La...
25. giugno 2016
Il risultato del referendum nel Regno Unito, può essere visto come un ritorno all'indietro, la manifestazione di vecchie pulsioni indipendentiste e isolane, di quegli inglesi che quando vengono nel continente, dicono che vanno in Europa (come se la Gran Bretagna non fosse Europa). Ma può essere anche un segnale del futuro che ci aspetta e ci sta davanti. Un nuovo mondo in cui i popoli non si riconoscono più tanto nelle nazioni, e che ricercano nuove forme di aggregazione, semmai sulla base...
03. settembre 2015
According to research conducted by the European Commission on the issue of corruption in EU countries showed that corruption has a strong presence in Italy. Placing, in the ranking Italy among the first countries that have this problem, followed by Greece, Romania and Bulgaria. The Italian government has tried to combat corruption, introducing the law N190 of 6 November 2012. In the law there are “provisions for the presence and the regression of corruption and lawlessness in Public...
09. novembre 2009
La crescita dei giovani è un elemento fondamentale di ogni società, di ogni cultura, diviene un cardine delle espressioni della filosofia, dell’arte, della moda e dei costumi. Oggi assistiamo ad una crescente tensione rispetto alle responsabilità educative, agli strumenti educativi ed all’adeguatezza di una classe insegnante che deve preparare i giovani ad essere adulti, che deve passare dal nozionismo all’etica. I giovani oggi risentono di un’accresciuta capacità cognitiva, merito...